sabato 30 marzo 2013

Pastiera Napoletana


Ciao care amiche, e da un bel pò che manco dal mio blog :( sono stata presa dal lavoro e vari impegni... 
 Sicuramente dalla prossima settimana  sarò più presente, anche perchè non vedo l'ora di passare dai vostri blog :)
Io per Pasqua ho preparato la tipica pastiera napoletana e ne volevo approfittare per augurare una Buona Pasqua a tutte!!!! un mega bacio a presto
Cosa serve per fare la pastiera napoletana
Pasta frolla
- 250 gr. Grano
- 200 ml. Latte
- 20 gr. Burro
- 1 Limone non trattato (scorza)
- 300 gr. Ricotta di Pecora
- 200 gr. Zucchero
- 4 Uova (2 intere + 2 tuorli)
- 1 bustina di Vanillina
- 1 cucchiaio di cannella macinata
- ½ bottiglietta Acqua di Fiori d’Arancio
- 50 gr. Cedro Candito
- 50 gr. Arancia Candita


Fare scaldare in una pentola il grano, il latte, il burro e la scorza grattugiata del limone per 10 minuti a fuoco lento, fino a quando gli ingredienti non si saranno amalgamati.
Versa la ricotta, lo zucchero, le uova, la vanillina, la cannella e l’aroma di fiori d’arancio nel mixer e frulla il tutto fino a quando gli ingredienti non saranno ben amalgamati.
Mescola i due composti nel mixer, in modo che il composto il grano possa raffreddarsi, ed aggiungi il cedro e l'arancia candita.
Stendere la pasta frolla utilizzando una parte della pasta per realizzare delle strisce con l’aiuto di una rotella liscia o dentellata.
Metti il resto della pasta frolla in una tortiera imburrata e infarinata, usando preferibilmente il tipo a cerchio apribile, e crea un fondo fine e compatto, con un bordo laterale piuttosto alto, in modo tale che sia alla stessa altezza del composto.
Versa il composto nella tortiera facendo attenzione che il bordo laterale della pasta frolla sia alla stessa altezza del composto, e decora la pastiera con le strisce di pasta frolla, formando il tipico disegno a rombi.
Mettere la pastiera in forno preriscaldato per circa un’ora a 180°.
A cottura ultimata, lascia raffreddare la pastiera nella tortiera a temperatura ambiente e in un luogo fresco, consumandola preferibilmente il giorno dopo.




8 commenti:

  1. Vale ,bentornata!Mi mancavano le tue visite !
    Ottima la tua pastiera ! Auguroni di buona Pasqua !!

    RispondiElimina
  2. ciao, tanti auguri di una Pasqua felice!!!
    La Pastiera è un dolce buonissimo e mi ricorda mia nonna che da napoletana DOC la preparava spesso ed era squisita.
    Complimenti.
    Coscina di pollo

    RispondiElimina
  3. Auguroni!!! E dai ti perdoniamo per la tua assenza vista la golosità che hai preparato!!!

    RispondiElimina
  4. Che buona la tua pastiera!! Sono arrivata un pò in ritardo per cui penso sia già bella che finita altrimenti ne avrei assaggiato volentieri una bella fettona!!
    Un bacione e a presto
    Carmen

    RispondiElimina
  5. Che meraviglia, splendisdamente riuscita, e tanto golosa!!!!

    RispondiElimina
  6. Ehi Valeria tutto ok???
    E' da tanto che non ti sento!!
    Ti abbraccio e spero di risentirti presto
    Carmen

    RispondiElimina
  7. mamma mia, questa visione è idilliaca! ahahahh...Si capisce che adoro la pastiera! E adire il vero adoro anche il tuo blog! Sono Valeria, una tua nuova follower, se ti va passa a trovarmi, c'è un piccolo dono per te sul mio blog http://gastronomytraveling.blogspot.it/2013/09/premio-conoceme.html

    RispondiElimina